50 top pizza: ecco le prime cinquanta pizzerie d’Italia

Sono state annunciate ieri, presso il Castel dell’Ovo di Napoli, le migliori 50 pizzerie d’Italia secondo 50 top pizza, la guida curata da Luciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapere.

Prima in classifica la pizzeria Pepe in Grani, di Franco Pepe, a Caiazzo, seguita dalla pizzeria Gino e Toto Sorbillo ai Tribunali, Napoli. Terzo posto per Francesco e Salvatore Salvo, dell’omonima pizzeria a San Giorgio a Cremano.

Edita da Formamentis, la guida ha visto il coinvolgimento di oltre 100 ispettori che hanno valutato le pizzerie di tutta Italia per qualità, servizio e offerta, individuando le prime 500 in tutto il Paese.

Scopriamo insieme tutte le pizzerie protagoniste di 50 top pizza.

  1. Pepe in Grani, Caiazzo
  2. Gino e Toto Sorbillo Via Tribunali, Napoli
  3. Francesco&Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano
  4. Pizzaria La Notizia 94, Napoli
  5. I Tigli, San Bonifacio, Verona
  6. I Masanielli, Caserta
  7. Concettina ai Tre Santi, Napoli
  8. 50 Kalò, Napoli
  9. La Gatta Mangiona, Roma
  10. Saporè, San Martino Buon Albergo
  11. L’Antica Pizzeria Da Michele, Napoli
  12. ‘O Fiore Mio, Faenza
  13. Dry, Milano
  14. Santarpia, Firenze
  15. Pizzaria Starita a Materdei, Napoli
  16. Sforno, Roma
  17. Guglielmo Vuolo a Eccellenze Campane, Napoli
  18. La Masardona, Napoli
  19. La Sorgente, Guardiagrele
  20. La Kambusa, Massarosa
  21. In Fucina, Roma
  22. Pizzeria Da Attilio, Napoli
  23. Piccola Piedigrotta, Reggio Emilia
  24. Carmnella, Napoli
  25. Pomodoro & Basilico, San Mauro Torinese
  26. Percorsi Di Gusto, L’Aquila
  27. Pizzarium, Roma
  28. Il Vecchio Gazebo, Molfetta
  29. Berberè, Castelmaggiore
  30. Pizzeria Da Albert, Trento
  31. Casa Vitiello, Caserta
  32. Tonda, Roma
  33. Korallo Pizza & Drink, Trento
  34. La Braciera, Palermo
  35. La Divina Pizza, Firenze
  36. Pizzeria Apogeo, Pietrasanta
  37. Ranzani13, Bologna
  38. Lievito Madre al Duomo, Milano
  39. Ristorante Pizzeria Le Parule, Ercolano
  40. Mistral dal 1959, Palermo
  41. La Pizzeria Sud, Firenze
  42. Pizzeria Montegrigna Tric Trac, Legnano
  43. 10 Diego Vitagliano Pizzeria, Pozzuoli
  44. La Campagnola, Bitritto
  45. Carlo Sammarco Pizzeria 2.0, Aversa
  46. Sbanco, Roma
  47. Marghe, Milano
  48. Lievito Madre al Mare, Napoli
  49. Fandango Racconti di Grani, Filiano
  50. Pizzeria Di Matteo, Napoli

 

Nel corso della serata sono stati conferiti ulteriori premi speciali.

  • Migliore Pizzeria di Stile Napoletano fuori dall’Italia: Ober Mamma (Parigi)
  • Migliore Comunicazione Web (Premio Acqua Panna e S.Pellegrino): Gino e Toto Sorbillo ai Tribunali
  • Miglior Carta dei Vini: Francesco &Salvatore Salvo
  • Miglior Carta delle Birre: La gatta mangiona
  • Miglior carta degli Oli Extra Vergine d’Oliva: Berberè
  • Premio alla Carriera: Enzo Coccia
  • Miglior servizio di sala (Premio Zonin): Pizzeria I Tigli
  • Pizzaiolo dell’anno: Francesco Martucci
  • Pizzaiola dell’anno: Isabella De Cham
  • Fornaio dell’anno: Pierluigi Roscioli
  • Pizzeria novità dell’anno: Morsi e Rimorsi, Aversa
  • Giovane dell’anno: Francesco Vitiello
  • Miglior Asporto: Concettina ai Tre Santi
  • Miglior Comfort e Benessere Complessivo (Premio Antonello Colonna Open): Pizzeria Dry
  • Miglior proposte dei Fritti (Premio Electrolux): La Masardona
  • Pizza dell’anno (Pizza Mozzarella di Bufala Campana a Crudo, Funghi Prataioli e Prosciutto crudo): Pizzarium
  • Valorizzazione del Made in Italy: Pizzeria Tonda
  • Sostenibilità Ambientale (Premio Caputo): Fandango Racconti di Grani
  • Frittatina di pasta dell’anno (Premio Pastificio Di Martino): Pizzeria di Matteo
  • Premio del Cuore (Solidarietà senza fini promozionali): Carmine Donzetti e Vincenzo Esposito