L’Asprinio d’Aversa e la pizza margherita

asprinio-d'aversa

Oggi parliamo di uno dei vini più antichi e che meglio caratterizzano il territorio campano, l’Asprinio d’Aversa nella versione realizzata dall’azienda Vestini Campagnano, la proposta perfetta per le nostre pizze della tradizione.

Le molteplici caratteristiche di questo antichissimo vitigno danno luogo a un prodotto unico, definito dal giornalista Mario Soldati “grande piccolo vino”. Secco come nessuna uva al mondo, l’Asprinio d’Aversa cresce “maritato” ai pioppi in “alberate” a 15 metri di altezza, presenti esclusivamente nella zona aversana. Introdotta nel territorio campano in tempi remoti, la tradizione di questo vitigno è attualmente tenuta in vita in un’area di soli 22 comuni. La non elevata alcolicità lo rende un vino bianco incredibilmente moderno, che conquista con la sua bevibilità leggera e una briosa freschezza.

Colore giallo paglierino, profumo intenso con note agrumate, l’Asprinio d’Aversa è considerato storicamente il vino meglio abbinato alla mozzarella di bufala, la stessa che ha in buona parte soppiantato il fiordilatte come condimento centrale della pizza napoletana. Possiamo senz’altro affermare che questo vino fresco si accompagna perfettamente a tutte le pizze che fanno della mozzarella di bufala l’ingrediente principale, tra cui la tradizionale pizza margherita.