Alla Riviera di Chiaia la nuova pizzeria di Francesco e Salvatore Salvo

Francesco e Salvatore Salvo

Amministrazione

Alla Riviera di Chiaia la nuova pizzeria di Francesco e Salvatore Salvo

12 Dic 2018 No Comment 16 Views

È nello storico palazzo Ischitella alla Riviera di Chiaia che ha sede la nuova pizzeria di Francesco e Salvatore Salvo a Napoli.

Gli spazi dell’edificio eretto dal nobile Mattia Casamatte nel XVII secolo e caratterizzati da una bellissima volta a croce, sono stati soggetti alla ristrutturazione da parte dell’architetto Marco Falconio, il quale ha dato vita a un piccolo salotto, che nelle luci, nei colori, negli arredi rende in pieno l’idea di comfort e di attenzione verso il cliente che da sempre caratterizza il lavoro di Francesco e Salvatore.

Alle pareti alcune delle più belle immagini in bianco e nero del fotografo Vincenzo Zannini, che ritraggono una Napoli insolita, si alternano a opere di apprezzati artigiani della città.

In quest’ambiente accogliente troviamo la stessa qualità di sempre. A partire dall’impasto, che riflette una tradizione familiare gelosamente custodita: “continuiamo a mantenere lo stesso punto di pasta di una volta, la stessa manualità – che implica una stesura veloce della pizza – e le dimensioni di un tempo, a “ruota di carretta”. Il nostro impasto lievita per 24 ore rigorosamente a temperatura ambiente. Questo vuol dire che impieghiamo una piccolissima quantità di lievito – al fine di gestire al meglio l’acidificazione della pasta per non comprometterne gusto e digeribilità – e piccole quantità di sale artigianale e grezzo, proveniente da Trapani”, dichiara Salvatore.

 

La cura per l’impasto si sposa con un’attenta selezione dei prodotti, che da sempre caratterizza il lavoro di Francesco e Salvatore e che dà vita a un menu in continua evoluzione: “il nostro intento è quello di rispondere alle esigenze di un pubblico che non viene più in pizzeria solo per sfamarsi ma che vuole vivere di volta in volta una nuova esperienza. Di qui l’attenzione e la valorizzazione delle primizie dell’orto, la selezione di piccole produzioni di alta qualità e la cura per la stagionalità degli ingredienti. Qualsiasi prodotto di cui ci innamoriamo diventa protagonista di nuove proposte”.

Francesco e Salvatore Salvo

Stessa cura per i fritti, da sempre fiore all’occhiello di Francesco e Salvatore: “Per la cottura impieghiamo esclusivamente olio di girasole ad alto contenuto di acido oleico, prodotto derivato da piante selezionate. Dotato di una struttura chimica simile a quella dell’olio evo, che resiste ad alte temperature, ha il vantaggio di essere inodore e incolore, quindi non altera il gusto delle pietanze. Le materie prime sono di prima qualità. Impieghiamo due tipi di pasta di Gragnano per la frittatina, latte fresco campano per la besciamella, riso arborio per gli arancini.  Per molte specialità, come l’arancino, non usiamo panature. Questo fa sì che il prodotto assorba molto meno olio per un prodotto più croccante, gustoso e salutare”.

Francesco e Salvatore Salvo

Per il dessert ci deliziano le superbe creazioni del pasticciere Mario di Costanzo che propone un raffinato incontro di tradizione e innovazione.

Completa l’offerta una ragionata carta dei vini, sviluppata in collaborazione con il sommelier Pasquale Brillante, che include, oltre alle referenze campane, un’attenta selezione di etichette italiane e internazionali, una discreta varietà di bollicine, di vini estremi, naturali, biodinamici e due sezioni speciali, quella dei marsala e, prossimamente, dei vermouth.

 

 

 

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0