fbpx
magazine
  • Home
  • /
  • /
  • I numeri della pizza a un anno dal riconoscimento Unesco

I numeri della pizza a un anno dal riconoscimento Unesco

A un anno esatto dal riconoscimento Unesco dell’Arte dei Pizzaiuoli Napoletani come Patrimonio dell’Umanità, la pizza napoletana riconferma la crescita del mercato a essa associata. È quanto afferma Coldiretti in uno studio reso noto in occasione dell’anniversario del riconoscimento, che fa il punto sui numeri della pizza nel 2018.

Un giro d’affari in netta ascesa, quello della pizza napoletana, che nel corso di quest’anno ha raggiunto valori superiori ai 30 miliardi l’anno e che coinvolge 100.000 lavoratori a tempo pieno e altri 100.000 circa impiegati nel week end. “Ogni giorno solo in Italia si sfornano circa 5 milioni di pizze nelle circa 63mila pizzerie e locali per l’asporto, taglio e trasporto a domicilio, dove si lavorano in termini di ingredienti durante tutto l’anno 200 milioni di chili di farina, 225 milioni di chili di mozzarella, 30 milioni di chili di olio di oliva e 260 milioni di chili di salsa di pomodoro”.

La crescita economica del settore vede il primato della Campania, che si attesta come la regione con il 16% sul totale delle pizzerie in Italia.


NPV Magazine è una testata registrata con numero di autorizzazione 26 del 20 luglio 2017
0