La Falanghina del Sannio DOP

falanghina-del-sannio-dop

C’è una nuova stella nel firmamento degli abbinamenti pizza-vino: è la Falanghina del Sannio DOP. Oggi vi proponiamo quella prodotta dalla Guardiense nella sua linea Janare, che sta raccogliendo grandi riconoscimenti da parte di tutti gli appassionati e che viene proposta con un rapporto qualità/prezzo da alcuni definito “commovente”.

L’origine del vitigno risale alla colonizzazione greca e il suo nome, con ogni probabilità, alla parola falanga, antico sinonimo dei pali utilizzati per sostenere le viti. La coltivazione con basse rese, le vinificazioni sempre più accurate, ne hanno fatto negli ultimi anni un vino di grande personalità, che si fa apprezzare soprattutto per la fresca fragranza dei suoi aromi.

Il clima fresco del Sannio, con buone escursioni termiche, garantisce uve particolarmente aromatiche e i suoli di origine vulcanica, ricchi di minerali, donano al vino un profilo elegante, con piacevole freschezza e sapidità finale.

Il vino ha un colore giallo paglierino, con un profilo caratterizzato da note floreali, intensi aromi fruttati e sentori minerali. Il bouquet ricorda la frutta matura con sentori tropicali e buona acidità.

Per preservarne la fragranza aromatica, viene vinificata in acciaio, senza l’uso di legno. Questa splendida Falanghina si accompagna felicemente a tutte le pizze.

 

Riconoscimenti

Gambero Rosso – 3 bicchieri

Annuario di Luca Maroni – 95/100 – tra i primi 3 migliori vini bianchi d’Italia

Bibenda – tre grappoli

I Vini di Veronelli – due stelle (vino ottimo)

“Wjinalmanak” (rivista olandese) – 3 Bicchieri

“Parool” (rivista olandese) – Il miglior vino di primavera sotto i 10 euro – Secondo posto su 28 vini da tutto il mondo