fbpx

Rossopomodoro

Davide Civitiello e Antonio Sorrentino

Davide Civitiello inizia a soli 9 anni a lavorare nella pizzeria “Da Gennaro” di Vincenzo Costa, che lo prende sotto la sua ala protettrice insegnando tutti i segreti del mestiere. Poco dopo i 18 anni lascia quella pizzeria che era ormai diventata come una seconda famiglia, per iniziare un percorso di crescita professionale e personale, che lo porta all’incontro con Rossopomodoro.
Questa voglia di mettersi in gioco lo ha portato a raggiungere un importante obiettivo: la vittoria, nel 2013, del 12° Campionato Mondiale del Pizzaiuolo “Trofeo Caputo”. Questa vittoria ha sancito l’inizio della collaborazione con Caputo, il Mulino di Napoli. Dopo tanti anni di questo mestiere, il segreto è non sentirsi mai arrivati: giorno dopo giorno, non perde mai occasione per imparare qualcosa di nuovo, approcciando a questo lavoro sempre con lo stesso entusiasmo del primo giorno.

Antonio Sorrentino fin da piccolo ha avuto una “palestra di cucina”
dove apprendere tutti i segreti; per prime le case delle nonne, veri e propri laboratori di produzione e vendita di prodotti home made. Ma la vera passione gli è stata trasmessa dal padre Aniello, maestro di vita e di professione. Dopo gli studi all’istituto tecnico alberghiero di Vico Equense e la classica gavetta tra gli alberghi stagionali della penisola, ha iniziato il vero lavoro nelle grandi cucine.
Successivamente diventa Executive Chef della catena Rossopomodoro.
Con fermezza, tenacia e costanza ha raggiunto importanti traguardi
professionali che solo un giocatore di rugby possiede.
Infatti, il rugby e la cucina sono le sue due grandi passioni.
Due mondi molto diversi tra loro, ma che raccontano le stesse storie: tradizione, passione, determinazione, sacrifici e tante soddisfazioni.

IO FAREI COSI’…

“Pizza village è l’evento della pizza napoletana più importante al mondo, che sia a Napoli, Milano o New York per noi è doveroso e un grande onore partecipare, Perché Milano è la città di Rossopomodoro siamo presenti sul territorio milanese da oltre vent’anni e per molti milanesi Rossopomodoro è la pizza napoletana”

DAVIDE CIVITIELLO

ANTONIO SORRENTINO