Pizza donna

Amministrazione

Pizza donna

06 Giu 2018 No Comment 113 Views

Donna energica e determinata, Renata Sitko– della pizzeria Villa Giovanna, a Ottaviano – viene dalla Polonia e, dopo un’ottima formazione nelle accademie gastronomiche più accreditate e nei molini italiani più prestigiosi, è diventata la nuova protagonista della pizza napoletana al femminile. In attesa dell’incontro di questa sera, nell’area d’essai del Napoli Pizza Village, Renata ci parla di sé.

Un sogno, quello di entrare nel mondo della pizza, coltivato con tenacia…

«All’inizio lavoravo in sala ma non mi sentivo realizzata. Ben presto ho cominciato a osservare e a studiare e pian piano sono entrata in questo mondo che mi dà tante soddisfazioni, prima tra tutte i tre spicchi Gambero Rosso. Purtroppo i miei familiari mi dicono che si lavora per vivere, io vivo per lavorare. Cerco di seguire tutto a 360 gradi, il che mi impegna 16-18 ore al giorno. Tutto questo comporta tante rinunce ma faccio quello che amo. Nella pizza ho trovato il mio essere».

Quali sono gli elementi distintivi della tua pizza?

«Io uso farine di tipo 1 e 2, non uso miglioratori e porto l’impasto a 48 ore di lievitazione e più. Qualità, stagionalità dei prodotti e rispetto per il cliente sono i valori su cui poggia il mio lavoro. Anche una critica, se costruttiva, può aiutarti a fare sempre meglio».

Quali sono le principali difficoltà che hai incontrato entrando in questo mondo?

«Fino a poco tempo fa questo era un lavoro prettamente maschile, poiché richiede tanto impegno e per la donna è complicato conciliarlo con casa e figli. La donna non è vista di buon occhio in questo ambiente, specie se straniera come me, però io credo che il segreto per superare tutte le reticenze sia nell’amare sinceramente quello che si fa. Mi fa piacere che oggi sempre più ragazze si mettono in gioco».

Cosa può portare la donna come valore aggiunto a questo lavoro?

«La donna cura di più l’aspetto estetico. Ricerca gli abbinamenti più sofisticati e può contare su quell’intuito prettamente femminile che dà al suo lavoro un carattere di unicità. Non migliore, ma diverso da quello maschile»

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0