Ti chiami Mary? Un penny per la tua pizza da asporto

pizza-da-asporto

Chi non ha mai ordinato una pizza da asporto? Nessuno, penserete. E invece qualcuno c’è. Si tratta della conduttrice televisiva e food writer inglese Mary Berry.

La sua confessione ha sbigottito il grande pubblico ma è stata colta al volo da una nota catena di ristorazione inglese, che l’ha trasformata in una campagna pubblicitaria lampo.

Già nota ai fan per le sue dichiarazioni provocatorie, qualche settimana fa, nel corso della sua trasmissione in onda sulla BBC, Mary Berry Everyday, proprio mentre spiegava la sua ricetta per realizzare l’impasto per la pizza, l’ottantunenne conduttrice ha confessato pubblicamente di non aver mai ordinato in vita sua una pizza da asporto. La dichiarazione ha subito suscitato un vespaio di polemiche su twitter e ha fatto il giro dei maggiori quotidiani inglesi, dividendo il pubblico tra favorevoli e contrari sul consumo di pizza o altre pietanze consegnate a domicilio.

Se qualche ristoratore non ha potuto far a meno di mostrare la sua irritazione, non è stato così per Mayfair Pizza Company. La catena di pizzerie inglese, infatti, ha subito colto l’occasione per lanciare, in collaborazione con Just Eat, una campagna promozionale della durata di 24 ore. Per un giorno le prime cinquanta clienti di nome Mary che hanno ordinato una pizza da asporto, se la sono vista recapitare a casa al costo simbolico di un solo penny. Per partecipare è bastato ordinare la pizza sulla famosa app e fornire, insieme all’ordine, una foto della propria carta di identità che dimostrasse l’autenticità del nome.